LE CRONACHE DELLA NAVETTA- same old story

Malumore, l’ultimo giorno d’estate mi chiama al mio dovere (che potrei anche declinare, eh, ma tanto ormai il disagio è un’abitudine) di “buttafuori della navetta”, vorrei poter sfoggiare un titolo più altisonante o magari meno triste, ma non me ne vengono al momento. Alle 22:20 il marciapiede davanti al burger king trabocca già di gioventù berciante e sbevazzante, le bottiglie … Continua a leggere

OFFENSIVA DI FERRAGOSTO: the night before (un succoso spin-off)

14 agosto 2014, San Giovanni in Marignano, sono libero!  Dopo 13 ore e mezza di lavoro al lunedì, 13 ore il martedì, 13 ore e mezza il mercoledì e, pensa che culo, solo 12 ore il giovedì, mi ritrovo con il ferragosto libero. L’euforia mi fa dimenticare di aver lavorato quanto un minatore peruviano (in trasferta in Siberia) per 4 … Continua a leggere

OFFENSIVA DI FERRAGOSTO: assedio.

13 agosto 2014, Cattolica, sempre al Cubia srl. L’adunata è alle 7 come al solito e io mi trovo (puntualmente in ritardo dei miei 5 minuti accademici) in cella frigo. La truppa è inquieta ed io con loro…sembra tutto troppo tranquillo. A metà mattinata sembra scorrere tutto bene, senza scossoni o intoppi, quasi come se qualcuno (un’eminenza grigia?) vegli sul … Continua a leggere

OFFENSIVA DI FERRAGOSTO: lettere dal fronte.

12 agosto 2014. Cattolica, Cubia srl. la sveglia è alle 6:30, anche il gallo si dice disturbato. Il capitano Gamboni mi accoglie con una salva di bestemmie e mi indirizza dentro la cella armato di muletto, la missione è riempire le falle nel perfetto (si fa per dire) sistema di rifornimento munizioni. dopo 3 ore emergo dalla cella e mi … Continua a leggere

OFFENSIVA DI FERRAGOSTO: primo giorno di trincea

Cattolica, 11 agosto 2014, Cubia srl. Dalle 7:30 di questa siamo sotto il fuoco nemico, ci è stata concessa una tregua solo fra le 12:30 e le 13:30…alle 21:30 smettono di sparare, forse hanno esaurito le munizioni, forse è solo l’ora di riposo. Il Capitano Gamboni sembra ottimista “dobbiamo tenere duro solo fino a mercoledì. dopo mercoledì vedrete che sarà tutta … Continua a leggere

pillole di ragazzetto col cappellino grigio

“ciao, ti ricordi? sono quello dell’altra volta!”lo squadro un attimo e gli dico:”avevi un cappellino grigio !?” lui sorride e mi fa “si,!”. E’ sopravvissuto! coperto di fango, abbandonato dagli amici, privato di indumenti caldi in una notte gelida, umiliato di alcool…ma è sopravvissuto! L’emblema della gioventù che si rialza e torna in sella…

cronache in pillole

sulla navetta per il velvet. ragazza X con bottiglia di vetro in mano. la guardo, mi nota, nasconde la bottiglia sotto la giacca…mentre la fisso. io: guarda, le bottiglie di vetro non si portano sul bus. lei: ma non ho mica una bottiglia di vetro… io (appoggiandole una mano sulla pancia): allora complimenti per il bel maschietto!  

le cronache della navetta- la struggente storia del ragazzetto col cappellino grigio

bentrovati, bambini. Oggi vi narrerò la storia del ragazzetto col cappellino grigio. Il ragazzetto col cappellino grigio salì sul bus navetta, fiero ed entusiasta virgulto della gioventù electro riminese, per andare al velvet con gli amici. era abbigliato di tutto punto, con il suo fido cappottone sopra la camicia a righe ed il suo zainetto carico di cartoni di succo … Continua a leggere

una piccola chicca di disagio (mentale)

comprendere quanto il declino della razza umana sia inesorabile e tremendo? è cosa che ti viene suggerita dal tuo tatuatore di fiducia con il triste aneddoto del pomeriggio. ragazzo che si era tatuato l’iniziale del nome della morosa un mese prima (che a seguire verrà nominato “l’imbecille”:” ci siamo lasciati! come posso coprirlo?” amico tatuatore:”possiamo fare un altro tatuaggio sopra, … Continua a leggere